Nucleare in Iran, Aiea preoccupata: “Teheran sta lavorando sull’atomica”

Nucleare in Iran. Le prime indiscrezioni sul rapporto Aiea sul nucleare in Iran sono filtrate proprio in queste ore, e da quel che si sente non arrivano proprio delle buone notizie. L’agenzia internazionale sull’energia atomica crede infatti che la repubblica islamica guidata dal presidente Mahmud Ahmadinejad abbia raggiunto le conoscenze necessarie per dar vita alla sua prima bomba atomica. La patata bollente passerà ora nelle mani del Consiglio di Sicurezza dell’Onu (Usa, Cina, Russia, Francia e Gb) e della Germania, che dovranno decidere le misure da adottare per bloccare il pericoloso programma di sviluppo nucleare, portato a termine da Teheran.

Iran ha ricevuto aiuti stranieri – Il rapporto ufficiale dell’Aiea verrà pubblicato a breve, ma già girano diverse indiscrezioni, dove l’approdo al nucleare bellico di Teheran viene dato per certo. Un approdo che sarebbe avvenuto con l’aiuto di diversi scienziati russi e nordcoreani, reclutati direttamente dall’Iran. L’uomo di spicco sarebbe Vyacheslav Danilenko, che avrebbe dato il supporto necessario per creare l’atomica ed i contenitori nei quali effettuare i primi test. Da Pyongyang invece sarebbe arrivato il Know-How per realizzare missili e testate nucleari, sui quali gli ingegneri iraniani starebbero lavorando in queste ore. Di fronte a questo scenario, sono in molti a chiedersi quale sarà la reazione di Obama. Il capo della Casa Bianca deciderà di assecondare l’alleato israeliano in Medio Oriente, che da giorni chiede un intervento militare immediato, oppure sceglierà di sanzionare nuovamente Teheran, bloccando le sue esportazioni petrolifere, che colpirebbero un alleato forte dell’Iran come la Cina?  

Simone Lo Iacono