Berlusconi apre al governo Monti: Scelta ineludibile. No della Lega

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:22

Berlusconi e il governo Monti – Berlusconi apre la strada ad un governo di larghe intese guidato da Monti, l’uomo scelto anche dai principali partiti di opposizione.
Nonostante Pdl e Lega si siano sempre dichiarati contrari ad ogni forma di governo di larghe intese, Berlusconi ha dovuto ammettere che la scelta di Monti potrebbe risultare positiva. E’ ora quindi di prendere una decisione: “La situazione economica è quello che è, la conosciamo tutti ed è molto difficile dobbiamo perciò decidere in fretta“.
Nel corso del vertice di ieri sera a Palazzo Grazioli, Berlusconi ha cercato perciò di convincere l’alleato Bossi sull’idea di un governo di larghe intese guidato da Monti, idea che piace a molti nel Pdl, Scajolani in primis, e che troverebbe l’appoggio anche del Pd e dell’Udc.

Lega: No al governi tecnici – Bossi di governi di larghe intese non vuol proprio sentir parlare, se non c’è una maggioranza, allora è meglio andare tutti al voto e subito.
Nel vertice con il Pdl, “la Lega ha ribadito la sua posizione, cioè di essere contraria ad ogni ipotesi di governo un tecnico. Berlusconi prima di prendere una decisione ha voluto sentire l’opinione della Lega”, ha ribadito in serata un Ministro Pdl.
La Lega non accetterà mai di partecipare a nessuna ‘ammucchiata’. A meno che  non si dia vita a un nuovo esecutivo politico sostenuto dalla stessa maggioranza che ha vinto le elezioni nel 2008, con premier Angelino Alfano“, è quanto ha detto invece il leader del Carroccio Umberto Bossi.

Matteo Oliviero

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!