Berlusconi: la satira estera è impietosa

Matite “pungenti” . Tutti i vignettisti del mondo si stanno sbizzarrendo nel ritrarre la fine del lungo governo Berlusconi in Italia. Immagini che non lasciano molto spazio alle interpretazioni, ma  fanno capire, inequivocabilmente, quale idea abbiano all’estero del ex primo ministro italiano. 

Crisi, che crisi? In Gran Bretagna il Daily Telegraph mostra un Berlusconi con pantaloni e mutande calati a terra. I mutandoni a fantasia riportano il simbolo dell’euro e l’ex Primo Ministro, con un sorriso a trentadue denti,  che dice: «Crisi, che crisi? È sempre cosi». La vignetta, molto probabilmente, si riferisce alle parole dette da Berlusconi a proposito della crisi economica durante la conferenza  stampa al termine dell’incontro del G-20: «La vita in Italia è la vita di un Paese benestante, i consumi non sono diminuiti, per gli aerei si riesce a fatica a prenotare un posto, i ristoranti sono pieni».

Decadimento. Un altro quotidiano inglese, l’Independent, rappresenta l’ex Premier, mentre guarda  inorridito la Torre di Pisa che esce dai suoi pantaloni, simboleggiando il suo pene molto “rilassato”. Anche in questo caso la satira è dura e implacabile, rappresentando un uomo di Stato terrorizzato dal suo decadimento sessuale piuttosto che dalla crisi economica. Come questa, ci sono altre vignette che ironizzano sull’ “ossessione” di Berlusconi per il sesso; una rappresenta il Cavaliere intento a sfogliare una rivista pornografica mentre l’occhio del “Grande Fratello Europa” lo scruta.

Vi fidereste? Ci sono poi, le vignette che rappresentano  l’ex Premier preso a calci dallo “Stivale”,  o seduto su un trono in frantumi dopo essere stato pugnalato alle spalle o, ancora, costretto  a subire tagli al bunga bunga che diventa bunga, etc.  Gli schizzi che nascono dalle matite “pungenti” dei vignettisti stranieri, ci consegnano l’immagine di un Presidente del Consiglio, lontano dalla reale situazione politico-economica del proprio Paese, ossessionato dal sesso, cacciato da un’Italia indignata. Un uomo politico che ha perso ogni credibilità, come suggerisce il titolo in prima pagina del quotidiano inglese The Independent: “Would you trust this man to save us all from financial catastrophe?”, “Vi fidereste di questo uomo per salvarci tutti dalla catastrofe finanziaria?”.


Giovanna Fraccalvieri