Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica Berlusconi dimesso: dal Pdl sì condizionato a Monti

Berlusconi dimesso: dal Pdl sì condizionato a Monti

Berlusconi dimesso. Dal Pdl, sì condizionato a Monti.  Silvio Berlusconi si è dimesso. E’ arrivata la notizia ufficiale. Una parte dell’Italia festeggia, mentre l’altra ha paura dell’ignoto. E’ in questo panorama che il Pdl ha dettato e diramato le tre condizioni che  fanno da contorno al sì dichiarato al Governo di Mario Monti, il quale forse sarà in carica già da domani sera. Un governo che si limiti ad applicare le misure richieste dalla Bce, attraverso il ddl stabilità approvato oggi dalla Camera e promulgato dal Presidente Napolitano. Un governo quindi, che sarà a tempo, almeno nelle intenzioni dei massimi dirigenti del Partito delle Libertà, con i quali Monti, e questa è la terza condizione, dovrà discutere la squadra di governo.

Maggioranza relativa. Il Pdl ha ancora la maggioranza (relativa) di parlamentari. E non era in effetti pensabile che una coalizione così  fortemente rappresentata non dettasse alcuna condizione al nuovo governo.  L’ufficio di presidenza pidiellino  incontrerà il neo-premier, una  volta ufficializzata la carica, per discutere della squadra di governo, Una quarta condizione, stando ad alcune indiscrezioni, riguarderebbe la richiesta a Mario Monti ed a tutti i membri del suo prossimo governo di non ricandidarsi alle future elezioni politiche, qualunque sia la data di queste ultime.

Angelo Sanna