Home Cultura

Paris Photo 2011: al Grand Palais tutto il meglio della fotografia internazionale

CONDIVIDI

Paris Photo 2011 credits Vanni Bassetti

Una nuova sede-  Per Paris Photo, la fiera dedicata alla fotografia, è diventato inevitabile lasciare il Carrousel du Louvre, una volta arrivata alla sua quindicesima edizione.  Ed il passaggio è stato motivato dalla grande richiesta di partecipazioni: quest’anno saranno infatti ben centotrentacinque gli espositori, tra gallerie e ed editori. La nuova cornice è  il Grand Palais, padiglione espositivo costruito in occasione della esposizione universale del 1900, che solo un mese fa ha ospitato la FIAC, la fiera internazionale di arte contemporanea.

L’Africa paese ospite– Tra i vari stand della fiera spicca la presenza dei fotografi africani: dai più noti  David Goldblatt e Malick Sidibè fino a Pieter Hugo e  alla nuova scena emergente.  Paris Photo offre una grande occasione di aggiornamento su quanto si sta facendo in Africa, presentando anche l’importante lavoro di sostegno e promozione svolto dal festival  i Rencotres de Bamako, nel Mali.

Come sfogliare un libro di storia della fotografia-  Per chi fosse nuovo del mondo della fotografia la fiera parigina è un’occasione unica per scoprire i grandi maestri. Alcune gallerie storiche come la Fraenkel di San Francisco o la Pace/Macgill presentano opere ormai classiche come quelle di Lee Friedlander, Diane Arbus e Richard Avedon. Tra le gallerie italiane presenti segnaliamo la Photo&contemporary di Torino con un’interessante serie di Luigi Ghiri. Per gli amanti della fotografia di moda da non perdere lo stand della Danzinger di NewYork, con le polaroid di Andy Warhol e un ricco portfolio dedicato alla modella inglese Kate Moss, immortalata da vari autori internazionali come Mario Testino  e Paolo Roversi.

Tutti fotografi perchè abbiamo la reflex? – In un periodo in cui sembra che basti acquistare una reflex in offerta ai grandi magazzini per diventare fotografi, un visita a Paris Photo -con una consigliata  partecipazione ai molti dibattiti organizzati- può aiutare  a capire quanto nella fotografia contemporanea il progetto teorico del fotografo sia diventato assai più importante dell’uso del mezzo meccanico.  Osservazione forse scontata, ma in troppi sembrano averla  dimenticata, offuscati da un eccessivo uso di Photoshop e da una condivisione spregiudicata dei propri scatti su Flicker.

 

Paris Photo dal 10-13 novembre 2011

al Grand Palais, Avenue Winston Churchill,  Paris

Orari d’apertura al pubblico :
da giovedì  10 nov a domenica 13 nov.
12h – 20h (19h la domenica)

Biglietti
entrata a tariffa piena : 25 €
tariffa ridotta studenti : 12 €
Gratuito per i bambini sotto i  12 anni

Mario Pagano

le fotografie sono di Vanni Bassetti
in esclusiva per Newnotizie