Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Turchia, traghetto sequestrato. Ucciso dirottatore

CONDIVIDI

Traghetto dirottato – Nel pomeriggio di ieri un traghetto Turco è stato dirottato nel Mar di Marmara. La vicenda si è conclusa dopo 12 ore quando il dirottatore è stato ucciso.
Stando alle ricostruzioni ufficiali, si è trattato di un singolo dirottatore curdo del Pkk, ucciso successivamente dalle teste di cuoio Turche.
Si era parlato inizialmente di un commando di quattro o cinque terroristi, ma le voci sono state subito smentite. A bordo c’erano 24 tra passeggeri e componenti dell’equipaggio che sono stati poi portati in salvo.
Non intervenite. Ho una bomba. La farò esplodere“, aveva intimato il sequestratore, un militante del Partito di lavoratori del Kurdistan (Pkk), formazione considerata terroristica non solo dalla Turchia ma anche da Ue e Usa.

Il blitz – Grande preoccupazione era stata espressa subito dal governo Turco, le autorità si erano preparate al peggio, squadre di polizia e ambulanze si sono messe subito all’opera.
Fino ad ora non sono state precisate le modalità con cui si è arrivati al blitz costato la vita al sequestratore. Il governatore ha riferito che “poco dopo l’inizio dell’operazione il pirata ha trovato la morte“.
Il sindaco di un Paese sul golfo ieri aveva riferito che “il terrorista voleva attirare l’attenzione dei media mentre non ha trovato conferma l’ipotesi che volesse portare il ferry verso Imrali, la vicina isola del Mar di Marmara dove Ocalan sta scontando l’ergastolo dopo essere stato arrestato in Kenya nel 1999”.

Matteo Oliviero