Home Spettacolo Musica Gli studi di Abbey Road compiono 80 anni

Gli studi di Abbey Road compiono 80 anni

Anniversario – Quanti studi di registrazione possono vantarsi di aver dato il nome ad uno degli album seminali della musica contemporanea? La risposta è semplice: solo gli Abbey Road Studios di Londra. Ecco perché gli 80 anni di questo studio di registrazione, che cadono oggi, non sono una data qualunque. Di qui sono passati in tanti: i Fab Four, i Pink Floyd, Glenn Miller, Fred Astaire, fino agli Oasis e all’istrionica Lady Gaga; qui inoltre ha mosso i primi passi un tecnico del suono fondamentale per il rock come Alan Parson. E su quelle strisce pedonali di fronte agli studi i Beatles hanno scattato una foto (la copertina dll’album Abbey Road, appunto) rimasta nell’immaginario collettivo (come dimenticare i piedi nudi di Paul McCartney, che hanno fatto gridare al complotto e alla morte prematura dello stesso?).

Acquisizione della Emi – Gli 80 anni arrivano proprio a pochi giorni dall’acquisizione della Emi (la casa discografica proprietaria degli studi di Abbey Road) ad opera dei concorrenti di sempre, i volponi della Universal Music Group. Un’operazioncina da 1,2 miliardi di sterline che chiude per sempre il capitolo su una rivalità pluridecennale, e che lascia un retrogusto amaro e apre un futuro incerto per gli studi di Abbey Road. Ormai le case discografiche tendono infatti a non avere studi di proprietà, preferendo affittarli quando necessario. Il che vorrebbe dire che lo studio (nonostante il suo glorioso presente e passato) potrebbe chiudere i battenti; almeno come luogo di creazione in fieri, perché lo status di cui gode (l’8 agosto 1969, le strisce pedonali di fronte sono state riconosciute come luogo di interesse nazionale di “Grade II”, su suggerimento dell’ente English Heritage) potrebbe aprire spazio anche ad altre possibilità (un museo, ad esempio). Ma a noi piace pensare che lì si continuerà a creare musica. Almeno i giovani musicisti di oggi potranno continuare a sognare di registrare un album ad Abbey Road, proprio come John e Paul.

Roberto Del Bove