Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Iran, esplosione in base militare pasdaran: 27 morti

CONDIVIDI

Una forte esplosione, avvenuta all’interno di una base militare iraniana, ha causato oggi la morte di almeno 27 persone e il ferimento di altre 16, alcune delle quali in modo molto grave.
L’episodio ha avuto luogo a Malard, località situata a 45 chilometri dalla capitale Teheran. A dare conferma di quanto è accaduto è stata l’emittente televisiva statale.
A causare il terribile incidente, stando ai primi riscontri, sarebbe stata la negligenza con cui sono state spostate alcune munizioni all’interno della base. Il luogo è una sede logistica del corpo militare dei Pasdaran, altrimenti noti come i Guardiani della Rivoluzione.

Deflagrazioni violentissime – La devastazione prodotta dallo scoppio delle munizioni – che a quanto pare è stato duplice, almeno stando a quanto raccontato da coloro che hanno avuto modo di sentire i boati – è stata tale da essere percepita anche a dieci chilometri di distanza da Malard.
L’agenzia di stampa Adnkronos fa sapere che “fra le vittime c’è anche un alto comandante delle Guardie della Rivoluzione iraniana, Hassan Moqaddam”. Quest’ultimo “era il capo della Organizzazione autonoma Jahad dell’Irgc”.
A commentare l’episodio sono stati anche i media israeliani che hanno reso nota l’ipotesi secondo cui nella base di Malard venivano stoccati i missili a lungo raggio Shibab-3, la cui portata è di 1300 chilometri. Negli ultimi giorni, è tornata a salire la tensione tra lo stato ebraico e l’Iran per via dei presunti test nucleari che il regime di Ahmadinejad avrebbe portato avanti in barba al Trattato di non proliferazione nucleare. A tal proposito, Israele non ha escluso la possibilità di intervenire militarmente qualora l’Iran non facesse chiarezza sui suddetti sospetti.

Francesca Theodosiu