Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Napolitano: E’ il momento della prova

CONDIVIDI

Sono da poco passate le ore 20,00 quando Giorgio Napolitano consegna ai giornalisti presenti al Quirinale le dichiarazioni ufficiali e conclusive di una giornata quanto mai concitata. La domenica di fuoco del capo dello Stato è iniziata intorno alle 9,00 – con l’incontro con Renato Schifani e Gianfranco Fini – e non ha concesso pause all’inquilino del Colle. Nel corso della giornata, tutti i rappresentanti dei vari gruppi parlamentari sono, infatti, stati interpellati da Napolitano che ha alla fine tirato le somme: “Questo è il momento della prova”, ha detto.

Un premier indipendente – A riassumere il senso della lunghissima giornata politica di ieri è stato il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Il capo dello Stato ha da poco conferito a Mario Monti l’incarico di formare una nuova squadra di governo quando si presenta ai giornalisti per spiegare che a convincerlo – oltre all’alto profilo tecnico del nuovo premier –  è stata la sua distanza dai palazzi: “Monti – ha esordito Napolitano – è una personalità indipendente, che si è sempre tenuta fuori dalla mischia politica”.

La pacatezza dei politici – “Questo è il momento della prova – ha continuato il capo dello Stato – Serve coesione a tutela del Paese”. E sui colloqui avuti con i vari esponenti politici: “Ho riscontrato un clima riflessivo e pacato”, ha concesso Napolitano, che ha però ricordato la difficoltà della situazione attuale. Enfatizzata, a suo giudizio, da “anni di contrapposizioni e di scontri” e “di molti inascoltati appelli alla moderazione e a un confronto non distruttivo”.

Serenità e rispetto per ripartire – Quindi il riferimento alla crisi: “Bisogna recuperare la fiducia degli investitori e delle istituzioni europee – ha precisato il presidente della Repubblica – operando senza indugio nel senso richiesto”. “Non è tempo di rivalse faziose né di sterili recriminazioni – ha concluso l’inquilino del Colle – E’ ora di ristabilire un clima di maggiore serenità e di reciproco rispetto”.

 

Maria Saporito