Home Spettacolo Musica

Ryuichi Sakamoto accarezza Milano (foto)

CONDIVIDI

Ryuichi Sakamoto, Milano, Foto. Un concerto magico ha caratterizzato la serata di sabato 12 novembre; splendida e perfetta cornice la Sala Verdi del Conservatorio di Milano, gremita in ogni ordine di posto. Un pubblico attento, letteralmente stregato dalle note del compositore e musicista giapponese.
Ryuichi Sakamoto torna in Italia dopo una carriera che gli ha regalato innumerevoli successi. Merito dell’artista giapponese è quello di aver fuso magistralmente sonorità tipicamente orientali con sonorità classiche del mondo occidentale: chi era presente sabato a Milano avrà sicuramente colto questa caratteristica della musica di Sakamoto.

Il concerto. Il pianista si presenta sul palco da solo, con un’eleganza e una delicatezza davvero lontane dal nostro mondo. Nel primo brano presentato propone sonorità davvero particolari, non suona i tasti del suo pianoforte ma pizzica le corde del suo strumento con una maestria eccelsa. In sala un silenzio “religioso” accompagna le note di Sakamoto, il silenzio diventa esso stesso musica.
Di lì in poi scorreranno i più grandi successi dell’artista giapponese. Sul palco viene accompagnato dal violoncello del brasiliano Jaques Morelenbaum e dal violino di Judy Kang, giovanissima musicista selezionata in un’audizione intercontinentale.

Il punto più alto dello show si tocca sulle note della celebre “Forbidden Colours”, brano cantato da David Sylvian nella colonna sonora di “Merry Christmas, Mr. Lawrence”; l’arrangiamento proposto è originale, impreziosito dalla presenza di violino e violoncello. Il pubblico milanese apprezza sensibilmente, una notte dal sapore orientale per l’autunno meneghino.

Pier Luigi Balzarini

Cliccando in basso a destra si accede ad un’esclusiva photogallery del concerto tenutosi presso il Conservatorio di Milano

Fotografie di Pier Luigi Balzarini, in esclusiva per Newnotizie