Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Striscia di Gaza, Israele risponde ai razzi: raid aerei e ancora morti

CONDIVIDI

La storia è quella di sempre, una storia che si ripete con tragica puntualità e maggior frequenza di quella riguardante i tentativi, puntualmente andati a vuoto, di trovare un accordo che soddisfi le due parti in causa e soprattutto ridia al popolo palestinese la libertà, sempre che con quest’ultimo termine non si intende il poter vivere, in condizioni rese difficili perlopiù da una precisa volontà di chi ha il coltello dalla parte del manico, in una prigione a cielo aperto chiamata Striscia di Gaza.
La cornice storica e politica è sempre quella: israeliani e palestinesi, due popoli ma non due stati, checché ne dicano i politici di Tel Aviv periodicamente.
Su questo sfondo si stagliano gli innumerevoli episodi che vedono protagonisti da una parte la disperazione dei palestinesi – che spesso porta i più intrepidi a compiere gesti che inevitabilmente si ritorcono contro i propri connazionali – e dei loro razzi, e dall’altra la forza militare di Israele che risponde con raid aerei degni di vere e proprie azioni da guerra.
Per il resto, non resta che aggiornare i numeri dei morti e i giorni di prigionia coatta, nella speranza che davvero arrivi un giorno con su scritto la parola ‘fine’.

Gaza – In un lancio dell’agenzia di stampa Adnkronos si legge: “I caccia israeliani hanno sferrato un attacco su Gaza alle prime ore di oggi dopo che militanti palestinesi avevano sparato razzi da Gaza contro la parte meridionale di Israele. A renderlo noto è stato un portavoce dell’esercito israeliano. Secondo quanto riferito da funzionari palestinesi, un agente della polizia navale di Gaza è stato ucciso e altri sette feriti nel raid contro l’edificio in cui si trovavano, nella parte settentrionale della Striscia”.

Simone Olivelli