Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Bancarotta del San Raffaele, effettuate perquisizioni

Bancarotta del San Raffaele, effettuate perquisizioni

Perquisizioni delle Fiamme gialle – Sarebbero durate tutta la mattina le perquisizioni effettuate dalle autorità in merito all’inchiesta sulla bancarotta dell’ospedale milanese, che ha visto coinvolti oltre che l’intermediario Piero Daccò, anche il fondatore della struttra don Luigi Verzè. Daccò, residente a Londra, è considerato a rischio di fuga, perciò ne è stato disposto l’arresto. L’uomo, fermato al rientro in Italia e con interessi finanziari in molti paradisi fiscali, dovrà rispondere dell’accusa di sottrazione di tre milioni di euro.

Don Verzè accusato di concorso in bancarotta – Anche il fondatore del San Raffaele e l’ex direttore Mario Valsecchi sono indagati dai magistrati con l’accusa di concorso in bancarotta, oltre ai costruttori Zammarchi che avrebbero ottenuto appalti milionari per effettuare lavori nella struttura. Le perquisizioni che stanno effettuando gli uomini della guardia di finanza riguardano anche uffici e abitazioni private per un totale di circa 20 strutture messe sotto sequestro.

Si cercano fatture false – Secondo gli investigatori sarebbero state emesse fatture gonfiate a fornitori consenzienti producendo ingenti somme di denaro in nero, affidate poi a Daccò. Ufficialmente a carico della fondazione risulta un ammanco di 1 miliardo e mezzo di euro. Il Tribunale di Milano ha accolto il piano di salvataggio della struttura, che conta circa 4.000 dipendenti, proposto dalla banca dello stato Vaticano che ha stanziato 250 milioni di euro.

Marta Lock