Barbara D’urso a nudo in “Tanto poi esce il sole”

Barbara D’Urso, autobiografia – Barbara D’Urso si mette a nudo in un’autobiografia dal titolo “Tanto poi esce il sole”. Il libro uscirà il prossimo 22 novembre. Il titolo si riferisce ad una frase che la madre le diceva sempre da piccola. La ocnduttrice di Pomeriggio Cinque presenta il suo libro sul settimanale Chi.

Il ricordo della madre – Una parte di “Tanto poi esce il sole” è dedicata alla madre, morta quando Barbara d’Urso aveva soli undici anni. La presentatrice non ricorda molto della propria genitrice. “Mi hanno raccontato che mamma era come me, rigorosissima nell’educazione. Io ogni sera dovevo mangiare alle sette e mezzo in punto e dovevo farlo senza distrazioni, se combinavo una marachella venivo chiusa nello stanzino e per sgridarmi agitava nell’aria un cucchiaio di legno, anche se era costretta in un letto. Era il suo modo di educarmi e di amarmi perdutamente“.

Il ricordo del padre – Nel libro Barbara D’Urso ricorda anche il padre. “Ricordo bene le scudisciate sulla schiena con il frustino da cavallo una volta che a 15 anni tornai in ritardo”, dice, per poi aggiungere:C’erano anche le umiliazioni. Un episodio che non c’è nel libro riguarda quando, una sera a tavola, io gli risposi male, lui prese la zuppiera e me la rovesciò sulla testa, con tutti gli spaghetti, capperi e olive che mi scendevano addosso“.

Laura Errico