Bocchino ripreso dai suoi: Da Italo un errore imperdonabile

Le incaute parole consegnate ieri da Italo Bocchino al Corriere della Sera? Stando ai beninformati, avrebbero mandato su tutte le furie Gianfranco Fini, che avrebbe ripreso vigorosamente il deputato minacciando di “farlo fuori”. L’opzione ventilata dal finiano (Mario Monti candidato premier di Pd e Terzo Polo alle prossime elezioni) ha suscitato un vespaio di polemiche, tanto che sia il presidente della Camera che la deputata Flavia Perina hanno cercato di spegnere l’incendio, rilasciando dichiarazioni “riparatrici”.

Fini scomunica il falco – Italo Bocchino questa volta l’ha detta grossa. A certificarlo sono stati praticamente tutti i colleghi del suo partito, svelti nel puntare il dito contro il “falco” incontinente. Non avrebbe fatto eccezione lo stesso leader, Gianfranco Fini, che avrebbe ripreso Bocchino in maniera più che esemplare. In un momento particolarmente delicato come questo, con un governo di emergenza in fase di gestazione e una maggioranza “patchwork” da benedire, il presidente della Camera ha trovato imperdonabile il passo falso del suo pasdaran. “Sarà stata anche una provocazione – avrebbe notato Gianfranco Fini – ma comunque la frase di Italo resta un errore“.

Una provocazione stonata – Ma a tentare la faticosissima “riparazione” è stata Flavia Perina: “E’ stata una provocazione stonata – ha spiegato ieri all’Unità – Discutere oggi di questo non fa altro che provocare un ulteriore slittamento del dibattito sulle misure urgenti da prendere. Non ha senso discutere di questo adesso – ha ribadito la deputata di Fli – Il traguardo non va spostato alle prossime elezioni. Il traguardo è avere presto un nuovo governo e fare insieme quello che serve al Paese”.

Gli sberleffi in Rete – Parole che non hanno convinto i detrattori più caustici di Bocchino, i visitatori di Facebook: “Voterei Fli, peccato che c’è Italo – ha scritto un internauta – Tra Began, travestiti e dichiarazioni del ca… ne fai una al giorno”.  “Anche oggi figura di m…! – gli ha fatto eco un altro –  Instancabile Fantozzi della politica! Che fuoriclasse!”.

Maria Saporito