Risoluzione del parlamento europeo: tagliare l’emissione di co2

L’europa trarrebbe beneficio – Secondo gli europarlamentari l’economia dell’unione trarrebbe grande beneficio puntando su un’ulteriore riduzione dei gas serra, già deliberata con il protocollo di Kyoto e argomento di discussione del prossimo vertice Onu sul clima che si terrà a Durban. La risoluzione del Parlamento europeo stabilisce che l’Unione assuma un ruolo guida al riguardo, facendosi promotrice di una nuova dinamica progressista sul tema.

Trattato globale sul clima – Sempre secondo i parlamentari europei, sarebbe auspicabile un percorso in accordo con tutti gli altri paesi appartenenti alle Nazioni Unite che punti a un nuovo trattato sul clima entro il 2015 prima della scadenza di quello di Kyoto attualmente in vigore, per evitare vuoti normativi alla sua scadenza, fissata per il 2012.

Riduzione delle emissioni entro il 2020 – La richiesta è di collaborare con le altre nazioni per ridurre del 20% le emissioni dei gas serra entro il 2020, cercando di superare i timori legati all’incertezza dovuta alla grave crisi economica in atto, in quanto il progetto produrrebbe molti posti di lavoro legati alle energie ecologiche alternative, la loro sicurezza e la messa in produzione dei nuovi impianti. Altra richiesta del Parlamento europeo riguarda le emissioni causate dai trasporti aerei e marittimi, esclusi dall’attuale patto, con programmi di sostegno all’aviazione mondiale per rientrare nel programma.

Marta Lock