Home Spettacolo Musica

Asta record per la lettera dei Beatles

CONDIVIDI

La lettera ritrovata – È stata ritrovata poco meno di un mese fa una lettera manoscritta datata 12 agosto 1960, scritta dal pugno di Paul McCartney. La missiva, ritrovata in un libro venduto per due sterline presso un mercatino di Bootle, Merseyside, riporta la risposta di McCartney alla ricerca di un batterista per la mitica band dei Beatles. La lettera riporta anche la data che coincide col periodo in cui John Lennon, George Harrison, Paul McCarteney e Stuart Sutcliffe si sono recati ad Amburgo per la loro prima lunghissima serie di concerti. Non si sa però se la missiva sia mai partita, e non si conosce l’identità di quel giovane batterista, ai tempi, che l’8 agosto aveva pubblicato sulle colonne del quotidiano “Liverpool Echo” l’annuncio di lavoro, a cui Paul McCarteney, con la suddetta lettera, avrebbe proposto di entrare a far parte della band dei Beatles per 18 sterline alla settimana per due mesi di impegno in Germania.

Messi all’asta – La lettera è stata battuta all’asta per la ‘modica’ cifra di 40.500 euro. Nel corso della stessa asta è stato anche venduto un altro oggetto sempre legato alla famigerata band dei Beatles. Si tratta del cartello sul quale John Lennon scrisse le parole “bed” e “peace”, sul quale aggiunse poi uno dei suoi famosi “doodle” e la scritta “1969 Montreal”. Il cartello è lo stesso che il cantante dei Beatles ebbe con sé e con Yoko Ono durante la famosa “Bed-in for peace” presso la suite 1742 dell’albergo Quuen Elizabeth di Montreal, dove la felice coppia rimase per alcuni giorni (dal 26 maggio al 2 giugno 1969). Il cartello è stato venduto all’esorbitante somma di 113.000 euro.

Maria Rosa Tamborrino