Home Notizie di Calcio e Calciatori

Juventus, Agnelli apre a Petrucci: “Diamo vita ad un tavolo per il bene del calcio”

CONDIVIDI

Juventus, Agnelli apre a Petrucci. Tra la Juventus ed il calcio italiano potrebbe arrivare una schiarita, dopo numerose battaglie. Battaglie che si sono inasprite in settimana, in cui si è passati dal maxi-risarcimento richiesto dalla società bianconera al Tar del Lazio, al rifiuto del Tnas di intervenire sullo scudetto 2006. Una settimana in cui c’è stato anche il duro giudizio del presidente del Coni Petrucci, che ha parlato di un calcio malato di “Doping legale”. Un giudizio che è stato appreso dal presidente della Juventus Andrea Agnelli, che ha indetto una conferenza stampa a Vinovo, per rilasciare dei messaggi distensivi.

“Rispettate sempre le regole” – Andrea Agnelli ha iniziato così il suo intervento: “Anche se Petrucci non ha mai citato la Juventus, in alcuni passaggi è stato chiaro a tutti il riferimento. Io faccio il presidente della Juventus con gradissimo orgoglio, e come presidente devo tutelare la società, che ha sempre rispettato le regole, e che ha intenzione di continuare a farlo”. Regole che Agnelli ha detto di aver rispettato anche sui fatti avvenuti dal 2006 ad oggi, in cui avrebbe fatto notare di aver ricevuto una disparità di trattamento, che lo avrebbe portato ad intervenire per il bene della Juventus.

“Dobbiamo migliorare nostro sport” – Agnelli ha poi lanciato l’idea del tavolo tra le varie istituzioni che controllano il calcio, per portare a delle notevole migliorie a questo sport, e per parlare a quattrocchi di quanto è successo da Calciopoli in poi. Un tavolo che Agnelli ritiene necessario per il calcio italiano, che secondo lui rappresenta “Una delle prime dieci industrie italiane, e tra i maggiori contribuenti del nostro paese”. Un tavolo su cui Petrucci ha dato la sua piena disponibilità a sedersi, e sul quale potrebbe convergere anche Moratti, che si è dichiarato aperto ad una situazione di questo tipo.

Simone Lo Iacono