Home Sport Motori MotoGP, possibile nuova operazione alla spalla per Pedrosa

MotoGP, possibile nuova operazione alla spalla per Pedrosa

MotoGP, problema spalla – Non si può certo negare che il doppio infortunio alla spalla destra, rimediato agli inizi della stagione 2011, abbia pesato negativamente sul suo risultato finale. Oltre alle (tante) gare perse, Pedrosa ha dovuto fare i conti con un recupero molto lento, accentuato dalla estrema fragilità delle sue ossa. Il titolo quindi si è fatto quasi subito inarrivabile, alimentando quel clima di polemiche che avevano visto al centro il (compianto) Simoncelli. Ora però tutto questo è storia passata e il 2012 può essere davvero l’anno giusto per puntare al primo titolo iridato nella classe regina. Per farlo però occorrerà non solo una situazione tecnica perfetta ma anche un’altrettanto curata forma fisica, visto l’altissimo livello di competizione che promette la Moto1. Ecco che questo inverno diventa una fase molto delicata, ove decidere cosa fare e soprattutto quali piani rispettare per presentarsi in griglia al top delle forza.

Recupero non completo – Come ammette lo stesso spagnolo: “Le mie ossa sono ancora deboli perché ho perso un sacco di massa muscolare e anche i tendini ed i legamenti sono di dimensione leggermente più piccole, ma fino all’inverno non ho potuto davvero a lavorare su questo. Fortunatamente non sento dolore, ma è evidente che mi manca un po’ di forza” Bisognerà quindi recuperare il tono con mirati esercizi ma, soprattutto, decidere se sottoporsi ad un ennesima operazione alla spalla per “rimuovere la placca metallica che mi è stata inserita nella clavicola. Insieme ai dottori dovremo capire quale può essere un buon momento” L’intervento chirurgico infatti costringe periodi più o meno lunghi di totale inattività, per poi riprendere lentamente la mobilità attraverso lunghe, continue e stancanti terapie di riabilitazione.

Ora o dopo? – Solo durante questa fase, quando i motori sono spenti e non si può girare nei test per divieto regolamentare voluto dalla FIM, si ha tutto il tempo per andare sotto i ferri e tornare in forze giusto il tempo per le prime prove dell’anno. Però dopo una stagione così travagliata, Pedrosa non è così sicuro e pronto e, per adesso, preferisce consultarsi il più possibile prima della decisione finale: “Sicuramente è meglio toglierla, ma non bisogna avere fretta. In questi casi può anche capitare di dover attendere un anno per farlo. Aspettare un anno però per me vorrebbe dire doverla rimuovere a metà stagione, quindi dobbiamo decidere se farlo subito o aspettare la fine del campionato 2012” Decisione non certo semplice ma che bisogna affrontare prima dell’arrivo di gennaio. La parola finale in merito spetterà solo e soltanto al diretto interessato.

Riccardo Cangini