Operaio folgorato in una cava

Ennesima morte sul lavoro – Ieri pomeriggio l’uomo di 34 anni stava lavorando in una cava di marmo in provincia di Massa Carrara, quando la scala di ferro che stava utilizzando è entrata in contatto con i fili dell’alta tensione a 15mila volts della linea elettrica di cantiere, necessaria per alimentare i macchinari che servono per gli scavi. L’uomo è stato colpito dalla fortissima scarica che l’ha folgorato, e i suoi due compagni sono rimasti gravemente feriti, ma non sono in pericolo di vita.

Ustioni all’addome e agli arti – I due feriti sono stati immediatamente soccorsi e portati in ospedale con l’elicottero del 118 e hanno riportato ferite gravi all’addome e agli arti. Sul luogo sono intervenuti anche gli agenti di polizia e personale della Asl per chiarire la dinamica dell’incidente e verificare il rispetto delle norme di sicurezza.

Alta mortalità sul lavoro – L’episodio riporta tristemente l’attenzione sull’alta percentuale di mortalità sul posto di lavoro che purtroppo non accenna a diminuire. Rispetto allo stesso periodo del 2010 si è registrato un aumento delle vittime sul lavoro del 12,4%, con un totale di decessi pari a 530 unità, tra le quali oltre il 15% avvenuto a danno di lavoratori in nero oppure di persone che, pur avendo conseguito la pensione, hanno continuato a prestare il loro servizio nelle aziende.

Marta Lock