Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica Paola Severino: una nonna per ministro

Paola Severino: una nonna per ministro

I testimoni oculari più giovani della cerimonia di giuramento dei nuovi ministri ieri al Quirinale? Sicuramente i due biondissimi nipotini di Paola Severino, il nuovo ministro della Giustizia. I due bimbi hanno contribuito ad abbassato la soglia dell’ età media dei presenti, conferendo una nota di freschezza a una cerimonia particolarmente formale e ingessata. Tanto da conquistare l’attenzione di Giorgio Napolitano, che avendoli notati in sala, si è avvinato per salutarli.

Il bacio dei nipotini – A rendere un po’ più tenera la cerimonia di giuramento di ieri al Quirinale è stata il neo ministro della Giustizia, Paola Severino. Prima che il presidente della Repubblica e il premier facessero ingresso nel salone delle Feste, infatti, la Severino si è avvicinata ai due nipotini per ottenere da loro un composto bacio. Una scena fuori dal protocollo, che ha attirato l’attenzione di tutti i fotografi e i cameraman presenti in sala.

Lo stupore dei bambini – A conclusione del giuramento e della foto di rito, anche il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, si è concesso uno strappo alla regola e passando accanto ai giovanissimi invitati, ha domandato: “E questi bei bambini chi sono?”.  Gli occhi sgranati e increduli dei nipoti del ministro – probabilmente poco avvezzi alla frequentazione di ambienti così impegnativi – hanno chiuso in modo perfetto l’insolito siparietto.

Un manager super pagato – Quanto al curriculum di cotanta nonna, che si appresta a varcare il cancello del ministero di via Arenula, basti ricordare che la Severino ha sfiorato nel 2002 la nomina alla vicepresidenza del Consiglio superiore della magistratura. Dal 1997 al 2001 ha invece rivestito la carica di vicepresidente del Consiglio della magistratura militare, incassando lo stipendio più rotondo tra i manager pubblici, pari a 3,3 miliardi di lire nel 1998.

Avvocato da urlo – Non solo: il nuovo ministro della Giustizia è uno dei più affermati avvocati penalisti del Paese. Nel ricco carnet di clienti illustri, si ricordano l’ex premier Romano Prodi, il legale della Fininvest Giovanni Acampora, l’imprenditore Francesco Gaetano Caltagirone, l’ex patron della Cirio Cesare Geronzi e l’ex segretario generale del Quirinale Gaetano Gifuni.

Maria Saporito