Home Spettacolo Cinema L’attore Jonathan Rhys Meyers condannato da un tribunale francese

L’attore Jonathan Rhys Meyers condannato da un tribunale francese

Problemi giudiziari – Si è conclusa con una condanna ad un mese con la condizionale e al pagamento di 1.000€ il processo che vedeva imputato l’attore Jonathan Rhys Myers a causa di un diverbio avuto con dei poliziotti francesi nel 2009.

Ubriaco al momento dell’arresto – Nel 2009, mentre si trovava all’aereoporto Charles De Gaulle di Parigi, l’attore ha inizialmente aggredito verbalmente e fisicamente un barman che si rifiutava di servirgli da bere e ha in seguito peggiorato la sua situazione all’arrivo della polizia. I tre agenti arrivati nel bar per arrestarlo sono stati infatti aggrediti da Rhys Myers che, sotto l’effetto dell’alcool, li ha poi minacciati gridando che avrebbe rovinato le loro vite e li avrebbe fatti uccidere insieme alle loro famiglie.

Le scuse – Dopo essere stato arrestato e aver superato la sbornia, Jonathan si era ripetutamente scusato con i poliziotti spiegando di essere un alcolista.
Il suo avvocato lo aveva difeso in aula perché Rhys Meyers è una persona fragile che soffre di problemi personali che sono peggiorati dopo la morte della madre, a cui era molto legato, nel 2007.
Durante il processo l’attore ha inoltre ammesso di essere stato ubriaco al momento dello scontro verbale e fisico, che non si ricordava quasi nulla di quanto avvenuto e che era profondamente dispiaciuto per quanto aveva fatto.
L’interprete di The Tudors ha già rimborsato le vittime.

Beatrice Pagan