Home Spettacolo

Tiziana Luxardo presenta il calendario Anmil, Inail e Miss Italia

CONDIVIDI

Donne che vincono per ogni mese del prossimo anno. Non si parla dei soliti calendari, adatti a promuovere il fisico statuario e la bellezza di qualche giovane in cerca di fortuna o di pubblicità, si parla, piuttosto, di una nobile iniziativa presentata il 15 novembre a Roma per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla tutela della salute delle donne sul luogo di lavoro. Per un progetto così importante, quindi, si sono messe in gioco varie parti e il calendario foto-biografico Donne che Vincono, voluto da Anmil, Inail e Miss Italia è così riuscito ad avvalersi della maestria di una grande fotografa italiana, Tiziana Luxardo.

I soggetti. Protagoniste di ogni scatto sono, per l’appunto, dodici donne che nella loro vita hanno vinto grazie alla loro tenacia, al loro coraggio e alla loro determinazione. Donne che non si sono lasciate intimorire dagli eventi e che hanno ripreso pieno possesso delle loro vita nonostante siano state duramente colpite da un incidente sul lavoro. I sogni non si spezzano, la paura è tanta, ma vale la pena darsi un’altra possibilità. Esempi, quindi, importanti, fonte di ispirazione per chi deve riuscire a preservare le propria femminilità e riprendersi il proprio ruolo all’interno della famiglia. Nei prossimi dodici mesi ci accompagneranno: Irene Licitra, Mery Ballatori, MonicaDi Martino, Roberta Figini, Siria Piccinini, Maria PiaLa Torre, Monica Baroni, Daniela Pimpinelli, Saadia Halloum, Marcella Budello, Annunziata Tiberi, Elisa Pistonesi.

Il calendario. Patrocinata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dal Ministro per le Pari Opportunità, il calendario è stato stampato in 10.000 esemplari che saranno distribuiti gratuitamente e così, a tutti quelli che avranno l’opportunità di riceverne una copia, si aprirà un mondo di forti emozioni. Testi, brevi racconti delle protagoniste scritti dalle giornaliste Loredana Quatrini e Nadia Zicoschi, pillole in tema di prevenzione degli infortuni,e foto, rigorosamente in bianco e nero, con protagoniste le donne sopra menzionate e alcune giovani Miss, quali Stefania Bivone, Irene Cioni, Valentina Vidal, Alessia Cervelli,Valentina Cammarota e tante altre, tenteranno di “far conoscere i risvolti nella vita di una donna all’indomani di un infortunio sul lavoro dove al danno si aggiungono fattori di discriminazione che influiscono nella sfera sociale e lavorativa”.

Alessandra Solmi