Tram contro treno regionale

Semaforo non visto – Secondo le prime ricostruzioni, ancora in atto, lo scontro di questa mattina tra un tram e un treno regionale della linea Termini-Giardinetti, sarebbe stato causato da un semaforo rosso non visto dall’autista del tram. L’incidente è avvenuto intorno alle 7 e 30 in pieno centro a Roma, zona Porta Maggiore, e l’urto è stato così violento da provocare l’uscita dai binari di entrambi i mezzi.

Dieci passeggeri a bordo – Fortunatamente il numero di persone complessive a bordo dei due mezzi ammontatava circa a 10, di cui un solo ferito che ha riportato qualche contusione e che è stato prontamente soccorso.  E il fatto che nella capitale il traffico del sabato mattina è notevolmente ridotto rispetto ai giorni lavorativi, ha potuto evitare un maggiore disarstro. Il tram della linea 14 procedeva in direzione della stazione Termini, mentre il treno andava verso Pantano, in Porta Maggiore lo scontro.

La circolazione dei tram è stata ripristinata – Le linee dei tram che utilizzano lo stesso percorso del 14 sono state interrotte fino alle 15 mentre il tratto di ferrovia tra Ponte Casilino e Termini è ancora bloccato. Atac, l’azienda dei trasporti pubblici romana, ha aperto un’inchiesta in collaborazione con la Regione Lazio e il ministero dei Trasporti, per accertare le effettive e reali responsabilità dell’accaduto.

Marta Lock