Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica Anche la Lega perde pezzi, Tosi verso il Terzo Polo

Anche la Lega perde pezzi, Tosi verso il Terzo Polo

 

Sempre meglio negare. La convention di Verona del Terzo Polo, avvenuta ieri, ha avuto un ospite d’eccezione che poco ha a che fare con le avanguardie terzopoliste, il leghista Flavio Tosi. Che i rapporti con la base del Carroccio fossero inclinati era evidente (esemplificativo fu quel noto insulto rivolto da Bossi al sindaco di Verona), nonostente le smentite di circostanza. E che la Lega fosse in difficoltà era sotto l’occhio di tutti, i maroniani e il ‘cerchio magico‘ bossiano hanno dato luogo a vari momenti di tensione, deflagrando nell’episodio della nomina del segretario di Varese Canton, in cui perfino il venerabilissimo Bossi venne contestato, dando in pasto all’opinione pubblica un conflitto interno ormai lapalissiano. Ma sempre smentito. Oggetto del contendere, la futura leadership. La succcessione del leader storico, così debilitato nel fisico e nei consensi, da farsi ancora portatore delle istanze della filosofia del ce l’ho duro.
Il Terzo Polo offre alloggio ai leghisti scontenti. Il Terzo Polo punta a farsi bacino di attrazione per quei leghisti che mostrano insofferenza verso la base (oltre che per gli scontenti del Pdl). E con Tosi pare aver funzionato, visto che durante la convention è salito sul palco per parlare all’assemblea, nonostante le polemiche aizzate da parte dei vertici del suo partito. Casini ha confermato di cercare un dialogo con la Lega: ”Siamo interessati a dialogare – ha detto – perchè anche con loro vogliamo avere un rapporto costruttivo”; e di Tosi ne ha anche tessuto le lodi: ”Quando Tosi va alle trasmissioni Tv – ha dichiarato – dice delle cose ragionevoli, ma a volte, si sa, si predica bene e si razzola male”. Il governatore Luca Zaia ha, però, frenato i propositi del leader dell’Udc, declinandone l’offerta di alleanza. ”Abbiamo ben chiaro l’obiettivo – ha detto Zaia- e ne discuteremo nel Parlamento del Nord, ne discuteranno le segreterie – sottolinea -. Dico semplicemente che la partita del terzo polo è impossibile per quel che ci riguarda”.

Francesca D’ettorre