Serie A, Inter-Cagliari 2-1: Motta e Coutinho rilanciano i nerazzurri

Inter-Cagliari 2-1 L’Inter ritorna al successo battendo 2-1 il Cagliari nel primo anticipo della 12^ giornata di Serie A. Una buona prova dei nerazzurri che, all’ultimo momento, rinunciano anche a Sneijder per un problemino muscolare. Al posto dell’olandese Ranieri ha presentato un Coutinho finalmente spavaldo e decisivo: ottima la prova del fantasista brasiliano. Con questo successo, i nerazzurri respirano in classifica e proseguono la propria rincorsa verso posizioni più consone al proprio blasone. Esordio non fortunato per Ballardini sulla panchina del Cagliari: l’assenza di Cossu ha inciso, comunque, sulla qualità di gioco dei sardi.

Inter al palo – Le due squadre partono timorose, con il Cagliari ordinato che imbriglia un’Inter che non riesce a trovare sbocchi: per trovare un’azione importante bisogna attendere il 20′ con Pazzini che esplode un destro dal limite che fa tremare la traversa della porta rossoblu (decisivo Agazzi nel deviare la sfera). E’ una scintilla per la squadra di Ranieri, che dopo pochi minuti colpiscono un altro montante: stavolta è Zarate con una punizione dal limite a incocciare prima sulle mani del portiere sardo e poi sul legno. L’Inter preme e si rende pericolosa con un inserimento di Cambiasso (colpo di testa impreciso) e con una mischia in cui Thiago Motta non trova il guizzo giusto per battere a rete. In un primo tempo a tinte nerazzurre, del Cagliari si ricorda solo una progressione di Ekdal con tiro che sbatte sull’esterno della rete.

Uno-due decisivo – Nella ripresa Ranieri inserisce Alvarez per uno Zarate troppo egoista. E dopo pochi minuti arriva il gol: cross del neo-entrato per Pazzini che sfiora per Motta: l’italo-brasiliano controlla (in fuorigioco) e infila la rete del vantaggio alle spalle di Agazzi. Passano 4 minuti e Coutinho, che pochi istanti prima aveva messo i brividi ad Agazzi, stavolta lo batte con un secco tiro sul primo palo. A questo punto, il Cagliari si butta in avanti alla ricerca di un episodio che riapra le sorti dell’incontro: Larrivey, che in precedenza si era visto annullare una rete per fuorigioco, devia in rete un tiro-cross di Nainggolan al minuto 89. Ma non succede più nulla: l’Inter vince e respira.

Edoardo Cozza