Serie A, Napoli-Lazio 0-0: reti bianche al San Paolo nonostante le emozioni

Napoli-Lazio 0-0 – Finisce 0-0 l’anticipo serale della 12^ giornata di Serie A tra Napoli e Lazio in scena al San Paolo. Gara ricca di emozioni nonostante il punteggio finale lasci presagire ad altro. Primo tempo all’insegna dei tatticismi, con entrambe le squadre che non riescono ad affondare negli ultimi metri. Ripresa di gioco invece nettamente favorevole agli azzurri che non riescono a sfruttare le tantissime palle gol capitate a Lavezzi e Cavani anche grazie ad un super Marchetti. I biancocelesti restano così al comando della classifica visto anche il pareggio del Milan a Firenze. Il Napoli invece non riesce ad accorciare le distanze e la vetta continua ad essere distante 7 punti.

Primo tempo da sbadigli – Nessuna novità da entrambe le parti al fischio d’inizio di Rizzoli. Poche le occasioni nella prima metà di gioco con le squadre attente a non scoprirsi troppo. Il primo squillo è del Napoli che si fa vedere in avanti con un colpo di testa di Campagnaro imbeccato perfettamente da Lavezzi. Continuano a spingere i padroni di casa che però sono costretti a provarci dalla distanza visto l’ottimo schieramento difensivo degli uomini di Reja. Ci prova prima Inler con un sinistro di poco alto, poi è la volta di Hamsik che tenta la fortuna con un tiro di prima che si spegne sul fondo. La Lazio sta a guardare e quando ha l’opportunità punge in contropiede grazie ad una bella azione di Lulic che smarca Cisse al limite dell’area. Il tiro dell’attaccante francese è potente, ma De Sanctis blocca centralmente senza problemi. Squadre negli spogliatoi dopo un primo tempo non all’altezza delle aspettative.

Napoli sprecone – La ripresa è di marca azzurra già dalle prime battute. Nei primi 5′ di gioco, Lavezzi sfiora il gol in tre circostanze: prima tira tra le braccia di Marchetti, poi ci prova a giro sul secondo palo ma l’estremo difensore è pronto a deviare in corner, ed infine a porta praticamente vuota ci prova in acrobazia sparando alto sulla traversa. Un minuto dopo è il turno di Dzemaili che da calcio piazzato sfiora il gol di un soffio. Spinge ancora il Napoli che trova il gol con Cavani ma l’assistente dell’arbitro annulla per un fuorigioco inesistente. Reagisce allora la Lazio che si fa vedere sempre con Cisse, il diagonale però finisce sull’esterno della rete. Forcing finale dei padroni di casa con Cavani che sbatte contro Marchetti in due circostanze. L’ultimo tentativo arriva allo scadere con un destro dal limite dell’area del Pocho respinto ancora dal portiere avversario in serata di grazia. Dopo 4′ di recupero, Rizzoli decreta la fine della partita che si conclude a reti inviolate.

Giuseppe Carotenuto