Operazione anti-camorra: 24 arresti tra Lazio e Campania

Camorra: 24 arresti tra Lazio e Campania. I carabinieri del Nucleo investigativo di Ostia e della Compagnia di Civitavecchia hanno portato a termine un’operazione anti-camorra nel litorale laziale e nella provincia di Napoli, arrestando 24 persone accusate di attività illecite a stampo mafioso. Tra le imputazioni che hanno determinato il fermo si trovano: estorsione, ricettazione, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, traffico e detenzione di stupefacenti, commercio di prodotti con segni contraffatti.L’operazione odierna rientra nell’indagine ‘Vesuvio’ avviata nel 2007 con lo scopo di sgominare alcune organizzazioni criminali laziali collegate al clan camorristico napoletano Sarno-Mazzarella che operano all’interno della Capitale e lungo il litorale romano.

Droga e usura. Le indagini dei carabinieri hanno portato alla luce le attività illecite derivanti dal sodalizio tra il clan napoletano e le organizzazioni criminali laziali che comprendono: traffico di droga, attività di estorsione ed usura, acquisizione e rivendita di merce contraffatta (in particolar modo utensili per l’agricoltura e l’edilizia). Durante l’indagine è emerso come tali utensili venissero commerciati in un centro del litorale romano secondo la logica della diffusione carsica ;  la merce veniva immessa nel mercato per pochi giorni dopodiché spariva per un lungo periodo di tempo, rendendo difficile alle autorità individuare i luoghi e i tempi dell’attività illecita. L’inchiesta ha portato a numerosi arresti che hanno decimato il clan Sarno-Mazzarella e ha trovato riscontro nel sequestro di pistole, merce contraffatta ed oltre 50 kg di droga

Irene Lorenzini