Serie A, Parma – Udinese 2 – 0: Biabiany stende la capolista

Serie A, Parma – Udinese – Guidolin voleva iniziare bene il tour de force che porterà la sua squadra a otto gare di grande spessore prima di Natale, ma purtroppo incespica al Tardini, bestia nera del tecnico friuliano che l’anno scorso col Parma perse ben due volte, con 6 punti lasciati indietro. Franco Colomba, dalla sua, prepara la partita al meglio e per grande merito della sua squadra porta a casa un risultato importante, proprio contro la capolista, che trova la seconda sconfitta dopo Napoli e si fa allontanare dalla Juventus.

Parma dapprima sprecone… – Si parte subito forte al Tardini, dove entrambe le squadre vogliono far bene: al 4′ c’è già da registrare una prima occasione con Floro Flores che supera Lucarelli con uno scatto da fermo e calcia in diagonale impegnando Mirante: sembra il preludio ad una grande prestazione dell’Udinese. Dopo 4 minuti però i locali replicano con Galloppa che colpisce il palo dal limite dell’area. Il primo tempo però si avvia alla fine senza ulteriori emozioni, tranne un velleitario tentativo di Di Natale, che al 43′ tira dai 25 metri senza però trovare lo specchio della porta, pur andandoci molto vicino. Al Parma manca l’ultimo tocco per arrivare in porta e l’Udinese se ne bea.

…poi micidiale –  La partenza del secondo tempo è sempre bianconera, con la squadra che ha l’illusione della vittoria facile, ma il Parma è brava a frenare le avanzate dei friuliani e ripartire in velocità. Al 58′ arriva il goal che sblocca la gara: corner dalla destra di Giovinco che trova Biabiany, lasciato colpevolmente libero dalla difesa dell’Udinese concentrata su Pellè. Per il francese è semplice battere a rete arrivando da dietro di testa. Guidolin prova quindi a riprendere la gara inserendo Torje al posto di Isla e affidandosi a Di Natale: l’attaccante napoletano al 74′ ci prova da punizione, ma senza impegnare troppo Mirante. Colomba toglie Pellè e inserisce Santacroce, chiudendosi in difesa: la decisione lo premia e sull’asse Biabiany – Giovinco, tutta in velocità, arriva il fallo da rigore commesso da Basta al 79′. Sul dischetto va Giovinco che segna senza difficoltà e timbra il cartellino in una partita nella quale non si è esaltato.

Mario Petillo