Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Di Rupo abbandona, il Belgio ancora senza governo

CONDIVIDI

Di Rupo abbandona – Il socialista francofon

o Elio Di Rupo, incaricato di formare il nuovo governo belga dopo 337 gioni di stallo, ha deciso di abbandonare la missione. Il premier nominato da re Alberto II ha preso atto dell’impossibilità di mettere insieme un nuovo governo a causa dell’assenza totale di un accordo tra le forze politiche sul bilancio 2012. Il re Alberto ancora non ha accettato le dimissioni di Di Rupo, consigliando di cercare un accordo fra le parti che argini le estreme difficoltà a cui sta andando incontro il Paese.

La missione impossibile – La stampa nazionale aveva definito l’incarico del nuovo premier belga come una “missione impossibile”. Elio D Rupo avrebbe dovuto riformare le istituzioni federali e l’economia, dando maggiore autonomia alle regioni. La missione non è però riuscita a trovare nessun compromesso tra i conservatori fiamminghi dell’N-Va e i socialisti francofoni.

Fallimento e vuoto di governo  – A 56 giorni dalle ultime elezioni legislative si misurano le conseguenze del fallimento e il rinnovato vuoto di potere nel Paese. Il leader dei cristiano democratici francofoni, Benoit Lutgen accusa i liberali di Fiandre e Vallonia: “Il prezzo sarà enorme per tutti i cittadini, compresi quelli che dicono di voler tutelare. Proseguire su questa strada è pura irresponsabilità”.

Michela Santini