Arriva Mike, la bara con antifurto

Mike, la bara a prova di antifurto. Un antifurto per bare vi permetterà da oggi di riposare davvero in pace. Non è una macabra battuta, ma l’idea lanciata dalla Art Funeral Italy di Caravaggio (Bergamo), che ha progettato un sistema ad hoc per incastrare i ladri di morti. Se l’idea è a dir poco singolare, non meno inquietante è il nome assegnato a questo prototipo di bara anti-trafugamento: Mike, acronimo di Monitoring Infringement Ksolutions Equipment, che non può però non portare alla memoria Mike Bongiorno, la cui salma – guarda caso – è stata trafugata circa un anno fa dal cimitero di Arona e non è ancora stata ritrovata, nonostante gli appelli della famiglia.

Come funziona? La piattaforma Mike consente di “rilevare tempestivamente i tentativi di trafugamento attraverso il monitoraggio continuo delle vibrazioni e di segnalarli alle forze dell’ordine”, ha spiegato il titolare della Art Funeral Italy, Paolo Imeri, in un’intervista a L’Eco di Bergamo. Il modello si basa su una serie di ricetrasmittenti che ascoltano a distanza comunicazioni che arrivano da più punti di rilevazione. Si crea così un collegamento via Gsm-Gprs con le forze dell’ordine e con società di servizio convenzionate, e questo permette l’allarme immediato per ogni tentativo di trafugamento. L’invenzione di dubbio gusto sarà presentata in occasione di ‘Luxury & Yachts‘, il Salone internazionale del lusso di Verona che si inaugura giovedì 24 novembre.

Raffaele Emiliano