Finisce il regime di Saleh nello Yemen

Yemen: finisce il regime di Saleh – In Yemen finisce un regime durato 33 anni. Il presidente yemenita Ali Abdullah Saleh ha firmato ieri sera a Riyadh e cede il potere alla presenza del re dell’Arabia saudita Abdullah. Si chiude così quella pagina di storia che ha segnato il Paese con lotte sanguinose durate oltre dieci mesi e decine di morti. La cerimonia del passaggio è stata trasmessa in diretta, con grande partecipazione di tutto il Paese. Il re preannuncia un nuovo inizio per lo Yemen e la popolazione ha già invaso le strade per festeggiare l’evento, chiedendo che Saleh ceda i poteri immediatamente

Un nuovo inizio per lo Yemen – Il piano è stato sponsorizzato dai Paesi del Golfo e prevede che Saleh passi i suoi poteri al vice presidente Abdrabuh Mansur Hadi entro 30 giorni, per poi dare il via al negoziato con l’opposizione. Saleh, che è recentemente rimasto ferito in un attentato che l’ha costretto diversi mesi in Arabia saudita, sembrerebbe ora diretto negli Stati Uniti per ragioni mediche. Il leader del regime, al quale è stata garantita l’immunità, afferma: “Speravamo che il pacifico trasferimento dei poteri sarebbe avvenuto in maniera democratica. Diamo il benvenuto a un accordo con l’opposizione per gestire gli affari del Paese e ricostruire ciò che la crisi ha distrutto”.

Michela Santini