Freddie Mercury, 20 anni fa moriva il leader dei Queen

Freddie MercuryVent’anni fa moriva Farrokh Bulsara, conosciuto da tutti come Freddie Mercury, il leader dei Queen. Era il 24 novembre del 1991 e la star moriva a causa dell’AIDS che aveva contratto. Cantante, ma anche compositore di brani come Bohemian Rhapsody, Don’t stop me now, It’s a hard life, We are the champions, Somebody to love e altre ancora.

Il ricordo dell’assistente personale – A ricordarlo a vent’anni dalla morte è Peter Freestone, assistente personale di Freddie Mercury e suo grande amico. Peter Freestone rivela sulle pagine di Vanity Fair alcuni aspetti inediti della vita del famoso cantante. “Il ricordo più caro che ho è l’immagine di Freddie, con gli amici, che piega la testa all’indietro, spalanca la bocca e ride. Lo faceva solo a casa, perché si vergognava dei denti sporgenti e in pubblico per ridere si copriva la bocca con la mano. Eppure rifiutò di operarsi per modificare l’arcata dentale: aveva paura di perdere il suo timbro di voce”, dice Peter Freestone sulle pagine del giornale menzionato. L’assistente di Freddie Mercury racconta anche come prese la scoperta della sua malattia il leader dei Queen. “Capì che la sua vita si sarebbe accorciata e lo accettò. Aveva detto al suo medico: “Se volete sperimentare dei farmaci su di me, fate pure: non mi serviranno, ma forse salveranno altri”.

Laura Errico