Home Spettacolo Musica

Laura Pausini: rubati i file del nuovo album

CONDIVIDI

Laura Pausini, tracce di “Inedito” rubate – Potrebbe essere stata una vendetta per gelosia. O invece potrebbe essere stato tutt’altro il movente. L’unica cosa certa è che sei tracce del nuovo album di Laura Pausini, “Inedito”, uscito l’11 Novembre 2011, erano state rubate a settembre dal teatro in cui la band della cantante si stava preparando per il tour, per poi essere messe illegalmente sul web. “Eravamo chiusi in un teatro per preparare il nuovo spettacolo con 25 canzoni. Avevamo predisposto sei file con le canzoni e ci siamo accorti che le canzoni sparivano: prima una, poi due e negli ultimi tempi sei. Si era anche pensato di anticipare l’uscita del disco, ma non è stato possibile e il CD è quindi ufficialmente uscito l’11 novembre scorso,” queste le parole con cui ieri Riccardo Benini, attuale manager della cantante, ha commentato l’accaduto.

Ignoti i colpevoli – “Non è ancora chiaro chi abbia passato i file ai due denunciati,” hanno dichiarato dalla Procura, anche se il nome che continua a circolare è quello dell’ex chitarrista di Laura, Gabriele Fersini. L’uomo è stato sostituito (quindi licenziato) per far spazio a Paolo Carta, che oltre a suonare la chitarra è il compagno della Pausini. Potrebbe trattarsi di una vendetta per gelosia, quindi. O forse no. Fersini, infatti, non è indagato. Il colpevole (o, più probabilmente, i colpevoli) potrebbero arrivare a dover pagare più di due milioni di euro. E sia Laura che Benini sono decisi ad andare fino in fondo e scoprire chi è stato l’autore del furto.

S. B.