Stalking, fenomeno tutt’altro che in diminuzione

1 donna su 3 vittima di violenze – Domani si celebrerà in tutto il mondo la Giornata contro la violenza sulle donne ma, a leggere le recenti statistiche italiane, c’è ben poco di cui essere allegri: i dati raccolti ci informano che nel nostro Paese una donna su tre, tra i 16 e i 70 anni, ha subito almeno una volta nella vita violenza morale, fisica o sessuale da parte di un uomo. Cento le donne uccise ogni anno da mariti, fidanzati o ex.

Paura di denunciare – Una delle piaghe sociali che colpisce frequentemente le donne è il fenomeno dello stalking che si concretizza in episodi di violenza fisica o psicologica messi in atto da un individuo incapace di accettare il rifiuto o l’abbandono. Le vittime, inoltre, sarebbero sempre meno decise a denunciare lo stalker per paura di peggiorare la situazione e non ricevere protezione o perché convinte di poter aiutare il proprio persecutore: questo è quanto dichiara l’Osservatorio nazionale stalking che ha registrato uno sconfortante calo del 25 percento nelle richieste di aiuto. Fermamente convinto che l’unico modo per combattere il triste fenomeno sia la rieducazione e l’informazione, l’Osservatorio ha dato il via ad una nuova campagna di prevenzione all’interno delle scuole. Dopo aver letto i dati di un primo, preoccupante sondaggio che mette in luce come il 65% degli studenti ignori il significato del termine, si comprende l’estrema importanza di questa iniziativa.

Tre casi di cronaca – E’ di oggi la notizia della condanna a 13 mesi di carcere per una donna sudamericana residente a Trento, ossessionata da una ragazza conosciuta mesi prima ed incapace di accettarne i continui rifiuti. Un’altra donna denunciata a Sesto Fiorentino perché colpevole di stalking nei confronti della collega che credeva avere una storia con l’uomo di cui si era invaghita. Fermato ieri sera a Loreto l’uomo che per sei mesi ha perseguitato l’ex fidanzata passando dalle minacce telefoniche alla vera e propria violenza fisica: dovrà rispondere di violazione di domicilio, lesioni, minacce, ingiurie, violenza privata e danneggiamento.

 

Irene Lorenzini