Home Lifestyle Salute

Apnea del sonno: in arrivo un pacemaker più efficace

CONDIVIDI

Un pacemaker contro le apnee del sonno. E’in arrivo un nuovo pacemaker per risolvere i problemi causati dalle apnee notturne. Un team di ricercatori del Centro del Sonno della Johns Hopkins University ha messo a punto infatti l’ “Hgns”, uno strumento più efficace che si attiva durante il sonno per stimolare l’ipoglosso, il nervo che controlla i muscoli delle vie aeree superiori. L’Hgns controlla i modelli di respirazione e può trattare le apnee ostruttive del sonno (OSA) per una vasta gamma di gravità, ponendosi così come una valida alternativa all’apparecchiatura per la pressione continua (CPAP), attualmente il principale trattamento per questo tipo di patologia.

Maggiore efficacia per i pazienti. L’apnea ostruttiva del sonno, la forma più frequente dei disturbi respiratori nel sonno, è caratterizzata da ripetuti episodi di completa e/o parziale e/o prolungata ostruzione delle vie aeree superiori (arresto dell’attività respiratoria di durata superiore a 10 secondi, normalmente associati ad una riduzione della saturazione di ossigeno nel sangue. “Grazie a questa nuova tecnica abbiamo rilevato un maggiore flusso di aria in tutti i nostri pazienti – ha detto Alan R. Schwartz, direttore del Centro del sonno – e abbiamo riscontrato una progressiva crescita dell’ampiezza dell’arteria al crescere dello stimolo“.  La ricerca ha coinvolto 30 pazienti di mezza età con apnea ostruttiva del sonno moderata e grave: la maggior parte dei pazienti ha raggiunto una completa eliminazione della limitazione del flusso inspiratorio e quelli con apnea ostruttiva hanno ottenuto un progressivo aumento nel flusso inspiratorio.

Adriana Ruggeri