Home Spettacolo Musica Bruce Dickinson: cantate degli Iron Maiden e pilota in una compagnia vittima...

Bruce Dickinson: cantate degli Iron Maiden e pilota in una compagnia vittima della crisi

Bruce Dickinson – Bruce Dickinson è lo storico cantante della band Heavy Metal Iron Maiden. Se ve lo ricordate alle prese con pezzi per timpani coriacei, sappiate che non è di quel Bruce che si sta parlando ora. Come tutti, anche il frontman del celebre gruppo possiede delle passioni e dei passatempi che in pochi sospetterebbero essere conciliabili con la sua vita da rockstar. Niente sesso e niente droga:  Dickinson è un bravo “ragazzo”, e anziché spendere la vita nel perenne tentativo di autoeliminarsi, alla stregua di Keith Richards (che ci ha provato in tutti i modi ma non ci è mai riuscito), ha deciso di coltivare un hobby sano e coraggioso che è diventato, a lungo andare, anche il suo mestiere.

Non solo sull’Ed Force One – Se in Italia sedicenti rockstar decidono di dare le dimissioni dalla propria carriera per dedicare il loro tempo libero alla diffusione delle proprie opinioni scanzonate su youtube, Bruce Dickinson, più rockstar, diciamocelo, del nostrano Vasco, da anni vola sui cieli del pianeta e non solo alla guida dell’Ed Force One, celebre aereo degli Iron Maiden e del losco figuro di cui il velivolo porta il nome (Eddie, ndr). Fino a pochi giorni fa Dickinson era, infatti, un pilota dell’ Astraeus Airlines, compagnia low cost islandese. Il potere cieco della crisi economica s’è abbattuto anche sulla compagnia aerea per cui lavorava il nostro protagonista, che è stata costretta a chiudere i battenti, lasciando senza lavoro un numero imbarazzante di dipendenti.

Idee per l’ Astraeus – Bruce Dickinson non ci sta a rinunciare a quello che è un mestiere che non gli serve come mezzo di sostentamento, ma che sicuramente gli regala tanto a livello passionale. «Ho in mente un progetto che potrebbe creare almeno millecinquecento posti di lavoro. Non c’è motivo per cui l’originale modello di business che aveva decretato Astraeus come la miglior compagnia del suo settore, non possa risorgere a beneficio degli ex-dipendenti, dei partner commerciali e dei clienti. Aspettatevi news.», ha detto il cantante dei Maiden, al quale auguriamo di cuore di continuare a “volare come un’aquila”, così come gridava lui, a suo tempo, al suo Icarus.

Martina Cesaretti