Home Spettacolo Cinema Michael Fassbender non esclude un sequel di X-Men: L’inizio

Michael Fassbender non esclude un sequel di X-Men: L’inizio

Star in ascesa – L’attore Michael Fassbender ha vissuto un anno ricco di soddisfazioni e di riconoscimenti. Dopo aver conquistato il pubblico con il suo Magneto in X-Men: L’Inizio, Fassbender ha convinto anche la critica interpretando un ruolo complesso diretto dal suo amico Steve McQueen in Shame e Carl Jung nel film A Dangerous Method del regista David Cronenberg.

Possibile ritorno degli X-Men – Michael ha rivelato al sito di informazione cinematografica Total Film che esiste una concreta possibilità che venga realizzato un nuovo capitolo della saga degli X-Men per il grande schermo dopo il prequel diretto da Michael Vaughn.
L’attore ha infatti rivelato che i guadagni ottenuti ai box office mondiali potrebbero risultare convincenti e spingere la casa di produzione a gettare le basi per un sequel. Gli attori avrebbero inoltre già firmato un contratto che prevedeva l’opzione di un rinnovo in caso la storia avesse avuto un seguito.
Fassbender ha dichiarato a Total Film: “Ho alcune idee interessanti per il personaggio di Magneto e anche James ne ha per il Professor X. So che ci è piaciuto lavorare insieme e sarebbe grandioso se si potesse riavere la squadra originale“.
Uno degli aspetti che più interesserebbero Michael è quello legato al percorso che compierà il personaggio di James McAvoy dopo gli eventi mostrati in X-Men: L’Inizio: “lui sta iniziando il suo percorso alla fine del film ma io ho già completato la mia trasformazione in Magneto“, ha spiegato Fassbender.

Le idee per un sequel – Il regista Michael Vaughn, già durante il tour promozionale di X-Men: L’Inizio, aveva dichiarato di avere delle idee riguardanti un possibile secondo capitolo. Tra le novità che ha dichiarato vorrebbe introdurre spicca l’arrivo di un nuovo personaggio che avrebbe  il ruolo di nemesi di Magneto. Il film, nelle sue intenzioni, potrebbe aprirsi con l’assassinio di John Fitzgerald Kennedy che, nella finzione cinematografica, sarebbe causato proprio dal malvagio personaggio interpretato da Fassbender.

Beatrice Pagan