Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Proteste a Termini Imerese

Proteste a Termini Imerese

Ultimo giorno – La giornata di ieri, l’ultima dall’apertura dello stabilimento Fiat in Sicilia dalla sua apertura nel 1970, è stata caratterizzata da forti proteste da parte dei 1566 lavoratori che da oggi sono ufficialmente in cassa integrazione. E’ proprio questo il nodo della protesta: Fiat si era impegnata a mettere i dipendenti in mobilità per facilitarne la riassunzione dal parte dell’azienda automobilistica molisana Dr, che subentrerà nello stabilimento al posto della Fiat.

Alla Dr 1.312 operai – Il titolare dell’azienda avrebbe espresso l’esigenza di assumere 1.312 dei 1.566 attualmente in forza all’azienda torinese, perciò ne rimarrebbero fuori ben 350. L’ipotesi ventilata era quella di ricorrere alla mobilità come scivolo per i dipendenti a ridosso della pensione, ma la trattativa si è arenata in quanto la Fiat ha dichiarato che l’operazione avrebbe dei costi troppo elevati.

Ultime macchine prodotte, fermate dagli operai – A causa di quest’incertezza sul futuro gli operai stanno continuando a protestare: da ieri mattina sono davanti ai cancelli dello stabilimento per bloccare l’uscita delle ultime vetture prodotte, e hanno passato la notte davanti ai cancelli di quello che per anni è stato la loro fonte di sostentamento.  Domani mattina è prevista una riunione tra il Ministro dello Sviluppo economico, Invitalia, l’advisor del ministero e i sindacati di categoria.

Marta Lock