Servizio Pubblico, “Punire i Corrotti”: il momento di Marco Travaglio(video)

Servizio Pubblico, Travaglio – In moltissimi attendono da sempre, quando guardano i programmi di Santoro, il momento in cui Marco Travaglio, gambe accavallate e sguardo placido, si rivolge ad ogni italiano con il solito garbo e quel pizzico di arroganza quasi necessaria e così utile al fine di svegliare la “coscienza popolare” . Stavolta s’è parlato, come era ovvio che fosse, di corruzione. E’ in atto una nuova tangentopoli? Cosa può fare il nuovo Premier, il “Presidente del Consiglio tecnico” per punire i corrotti?

Marco Travaglio – “L’idea di combattere la corruzione non è che sia proprio all’ordine del giorno”, fa notare Travaglio, puntiglioso e impeccabile. “Non c’è bisogno di grande fantasia per scriverla questa legge anti-corruzione”, continua il giornalista: “basterebbe incominciare a ratificare la commissione internazionale anti-corruzione che l’Italia ha firmato a Strasburgo nel Novantanove, ma non l’ha mai tradotta in legge nessun governo fino ad oggi, siamo l’unico Paese Europeo che se ne è scordato”. Si torna a parlare di tangenti, di “amici dei politici”, di conflitto di interessi e di leggi bislacche che prevedono sanzioni morali, come se fosse mai importato a qualcuno dei “pesi sulla coscienza”. Il video del discorso di ieri di Marco Travaglio è disponibile qui sotto, postato quasi in diretta su youtube ieri notte.

M.C.