Home Televisione

A Quarto Grado la lettera di Concetta Serrano. Michele Misseri, come un divo hollywoodiano

CONDIVIDI

Quarto Grado esclusivo. La lettera di Concetta Serrano,  indirizzata all’inviata di Quarto Grado Filomena Rorro, è stata letta in esclusiva nella puntata del programma venerdì sera, 25 novembre 2011, in diretta su Retequattro. Concetta Scazzi mostra tutta la sua indignazione nei confronti di Michele Misseri che reputa falso e senza dignità. La madre di Sarah Scazzi non crede alle lacrime di quell’uomo che ritiene vergognoso sentir chiamare zio Michele “Ma, ci rendiamo conto che una bambina di 15 anni che avrebbe dovuto vivere la vita con gioia e spensieratezza è stata soppressa da quest’uomo abominevole, che ha anche il coraggio di farsi intervistare in uno studio televisivo?”

Michele Misseri, come un divo di Hollywood. La rabbia di Concetta è indicibile contro chi crede essere il responsabile della morte della piccola Sarah… E tale rabbia cresce ancor di più per l’atteggiamento di Michele “Ostenta in giro con orgoglio l’atteggiamento di un divo di Hollywood, come se avesse commesso un’azione vanagloriosa invece di chiudersi in casa e soffrire di rimorsi perché in tutto questo tempo lui e la sua famiglia hanno soltanto dimostrato presunzione e falsità, infischiandosene del male che hanno fatto alla povera Sarah”. La forza di Concetta è nella fede nel suo Dio, l’unica ancora di salvezza che le da la forza di andare avanti in tanta angoscia e tanto dolore. E forse in quel Dio ripone l’unica fiducia di giustizia per un reato tanto orribile!

Caterina Cariello