Egitto, ancora morti negli scontri tra manifestanti e polizia

Due le vittime- Dopo due giorni di relativa calma, gli scontri tra i manifestanti e le forze dell’ordine tornano ad infiammare le strade del Cairo. Secondo quanto riferito da fonti mediche, due persone sono morte durante la carica della polizia per disperdere la folla che si era riunita davanti al palazzo del Consiglio dei Ministri egiziano. Una delle vittime è stata colpita da un proiettile, mentre l’altra è stata investita da una camionetta della polizia. I manifestanti protestano contro la designazione dell’ex premier Kamal el Ganzuri come nuovo primo ministro egiziano.

No al primo ministro Ganzuri– Per tre anni primo ministro sotto la presidenza di Hosni Mubarak, el Ganzuri è considerato un uomo “pulito” e lontano dai giochi di potere. Nonostante ciò, la sua scelta da parte della giunta militare dopo le dimissioni di Essam Sharaf non è piaciuta ai tanti manifestanti che si sono riuniti davanti alla sede del governo. Intanto, poco o nulla si sa dei ministri che dovranno coaudivarlo. Lo stesso neo-premier ha fatto sapere che il nuovo governo non vedrà la luce prima di lunedì– giorno fissato per l’inizio delle elezioni politiche- anche se si è dimostrato aperto ad accogliere proposte e suggerimenti da parte dei giovani della rivoluzione.
Annastella Palasciano