Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Libia sequestra due pescherecci italiani

Libia sequestra due pescherecci italiani

Stavano pescando – Erano intenti a svolgere l’attività quotidiana gli uomini dell’equipaggio dei due pescherecci, e probabilmente, senza rendersene conto hanno sconfinato in acque libiche. Le autorità marittime di Tripoli li hanno intercettati, raggiunti e forzati a seguirle verso il porto di Misurata, di fatto si tratta di sequestro a tutti gli effetti.

Navi siciliane – Le due imbarcazioni provengono dalla Sicilia, e più precisamente la Asia da Mazara del Vallo e la Astra da Siracusa. Dal momento del sequestro si sono interrotte le comunicazioni radio, perciò non è possibile conoscere il numero delle persone a bordo, fortunatamente la Capitaneria di Porto è in grado di seguire il percorso delle imbaracazioni dal centro di monitoraggio attraverso il sistema Gps.

La Farnesina segue la vicenda – Il ministro degli Esteri e l’ambasciatore italiano a Tripoli stanno seguendo con attenzione la vicenda, che attualmente rimane avvolta dal mistero soprattutto per quanto riguarda i motivi del sequestro. Si presume che le autorità libiche vogliano rivendicare i loro diritti sulla zona di pesca nella quale sono stati sorpresi di due pescherecci. Secondo quanto riferito dal portavoce della Farnesina se una nave si trova in acque appartenenti a un altro stato le autorità italiane non possono intervenire, perciò si può solo attendere una comunicazione ufficiale da parte del governo libico.

Marta Lock