Home Spettacolo

X Factor 5: Morgan critica i Baustelle

CONDIVIDI

Morgan contro i Baustelle – Giovedì sera è andata in onda la seconda puntata effettiva di X Factor: emozioni, grandi ospiti ma soprattutto le immancabili polemiche. E, come spesso è accaduto, ad animare la discussione è stato l’eccentrico Morgan. Il tutto nasce da una frase di Simona Ventura. Nel presentare Francesca che cantava  “La guerra è finita” dei Baustelle, ha infarcito una lusinghiera introduzione paragonando il brano a un’autentica poesia, scritta da un grande autore come Bianconi. Evidentemente Morgan non era della stessa opinione visto che ha tempestivamente replicato: “I poeti sono altri e a questa definizione Ungaretti si sarebbe rivoltato nella tomba. I vocaboli come ‘nonostante’ e ‘malgrado’ presenti nel brano non possono essere usati in una poesia.

Una polemica che si trascina da tempo – In realtà il “botta e risposta” tra i due artisti risale all’ epoca dell’uscita de “I mistici dell’occidente”, ultimo album dei Baustelle. Durante un’intervista, infatti, Bianconi aveva dichiarato di non approvare i programmi come X Factor in quanto “cantare cover può solo aprire le porte dei pianobar“. La risposta di Morgan non tardò ad arrivare visto che in un’ intervista rilasciata al magazine Io Donna aveva dichiarato: “I Beatles hanno iniziato con le cover. Si possono fare con molta dignità. È Bianconi che non ha la fantasia di riconoscere la possibilità che X Factor gli può dare. È un suo limite. È lui che non diventerà un musicista».

Morgan contro tutti –  Ma i Baustelle non sono gli unici a godere delle “attenzioni” del giudice di X Factor. Sempre nel corso della scorsa puntata Morgan ha avuto parole non proprio lusinghiere anche per Tiziano Ferro, definendo “imbarazzante” il suo ultimo singolo “La differenza tra me e te”. Trattamento analogo per i colleghi Afterhours capitanati da Manuel Agnelli. In una passata edizione del programma, Morgan si complimentò con l’allora concorrente Damiano Fiorella, per aver cantato bene il pezzo “Non è per sempre”, una canzone che non gli era mai piaciuta.

C. M.