Home Spettacolo Musica Marco Mengoni a Milano apre il suo “Solo Tour 2.0″ (foto)

Marco Mengoni a Milano apre il suo “Solo Tour 2.0″ (foto)

Marco Mengoni, Concerto, Foto. Ha preso il via ieri, sabato 26 novembre, al Mediolanum Forum di Assago (MI) il “Solo Tour 2.0”di Marco Mengoni. Dopo la data zero dello scorso 19 Novembre a Roccaraso (AQ) e il debutto nel mese di settembre 2011 del brano Solo (Vuelta al ruedo), singolo apripista dell’album Solo 2.0, uscito il 27 settembre, Mengoni parte alla volta di un tour promozionale che toccherà le maggiori città italiane in quasi trenta tappe, da novembre a febbraio.

L’artista deve senza dubbio il suo meritato successo al famoso talent show X Factor, vinto nella sua terza edizione. E proprio X Factor ha tenuto a battesimo questa prima data del Tour, con la partecipazione tra il pubblico del suo attuale presentatore, Alessandro Cattelan, insieme al direttore artistico del programma Luca Tommasini, accompagnatori d’eccezione dei talenti dell’edizione di quest’anno, lì per ascoltare e carpire dal loro predecessore come poter emulare nel futuro lo stesso successo.
Nonostante i numerosi risultati positivi raggiunti in soli due anni di carriera, arrivando terzo classificato al Festival di Sanremo 2010 e sempre nello stesso anno agli MTV Europe Music Awards risultando il primo artista italiano ad aggiudicarsi il premio di Best European Act, Mengoni è e rimane un ragazzo umile e sensibile, capace di emozionarsi davanti al pubblico in visibilio per lui e molto attento ad essere un buon padrone di casa, decidendo, prima di vestire i panni della star, di salutare i suoi fans tra le prime file all’inizio del concerto.

Una volta sul palco, però, sa prontamente diventare un artista impeccabile: virtuoso e catalizzatore, è il protagonista del suo one-man show: spiccano on stage le sue strabilianti doti vocali e la presenza di un bravissimo ballerino.
Il concerto si apre con Searching (il volatore), seguito da Un gioco sporco e Tanto il resto cambia,  brani tratti dal suo ultimo album, per poi percorrere lidi più noti della sua prima pubblicazione, Re Matto e Stanco (Deeper Inside), cui segue un intermezzo in acustico di Credimi ancora, il suo successo di San Remo 2010, Dove si Vola e la ballad In un giorno qualunque. Ad eccezione di questi brani, lo spirito di Mengoni è senza dubbio pop rock, con punte di tonalità soul, rafforzate dai virtuosismi vocali del falsetto da un lato e della human beatbox dall’altro: sulle note di Solo (vuelta al ruedo), Uranio 22 e Dall’inferno Mengoni viene supportato sul palco da un corpo di ballo di 15 elementi che contribuiscono a scaldare il già esaltato pubblico, accompagnando artista e spettatori in vorticose e travolgenti coreografie.

Da segnalare la scenografia, piuttosto minimal ma capace all’occorrenza di trasformarsi da semplice insieme di pannelli bianchi a supporti narrativi, sui cui vengono proiettati numerosi video ed effetti visual, che nel corso dello spettacolo contestualizzano le canzoni; il fil rouge del concerto viene retto dai racconti del fumetto interattivo, già distribuito all’interno di “Solo2.0”e visibile sul sito web di Mengoni, ma durante il concerto proiettato sullo sfondo della scenografia per introdurre un pezzo o concluderne un altro.
Alla vigilia del concerto il «Re Matto» ha confidato una certa ansia per il tour che ha debuttato ieri: «Questo tour sarà più impegnativo del precedente, perché ho avuto meno tempo per allestirlo. Inoltre canterò in arene grandi. Ho un po’ di timore, ma spero di fare bene». Senza dubbio ieri sera al Forum ha raggiunto l’obiettivo. Ci auguriamo che nella tappa romana del 29 novembre possa fare altrettanto.

Stefania Clerici

Cliccando in basso a destra si accede alla photogallery del concerto

Fotografie a cura di Roberto Finizio