Restituiti i gradi all’ufficiale punito per foto su sito gay

Un anno fa era stato punito – La pena era stata severa: gli erano stati tolti i gradi di ufficiale perché aveva pubblicato delle sue foto su un sito per incontri gay. La Marina Militare aveva avviato un provvedimento a suo carico, accusandolo di aver leso l’immagine dell’istituzione e di non aver seguito una condotta conforme ai gradi ottenuti e allo status militare che ricopriva.

Foto esplicite per l’offerta di prestazioni sessuali – Le foto incriminate erano state pubblicate su un sito web di accesso pubblico, ma non erano così chiaramente riconducibili all’immagine pubblica dell’ufficiale, al punto che anche l’inquirente della Marina che ne aveva chiesto la condanna aveva ammesso che, senza il numero di cellulare pubblicato nell’annuncio, avrebbe fatto fatica a riconoscerlo.

Ha fatto ricorso e il Tar gli ha dato ragione – Finalmente, dopo un anno il Tar della Liguria ha riconosciuto l’eccessiva severità della pena inflitta all’ufficiale, sottolineando una presa di posizione un pò troppo omofobica da parte della Marina, nella quale non sono ammesse discriminazioni di nessun genere, e che il fatto per il quale era stato incriminato il ricorrente riguardava solo e unicamente la sua vita privata, stando ben attento a non ledere la propria immagine pubblica o quella della Marina Militare. Il giudice ha perciò disposto l’immediata restituzione dei gradi all’ufficiale.

Marta Lock