Lo stregone lo convince che la moglie è infedele, lui la sevizia

L’ha seviziata per una notte intera – Sospettava che la moglie lo tradisse il cittadino della Repubblica Centro Africana di 37 anni, residente a Udine, perciò si era rivolto a uno stregone per trovare conferma ai propri sospetti. Il mago, figura molto accreditata nelle religioni animiste dell’Africa, aveva dato riscontro alla gelosia dell’uomo, affermando con certezza di “sentire” che la donna gli era davvero infedele, consigliandolo perciò di attuare la sua punizione.

L’aveva legata – L’uomo era tornato a casa come una furia, aveva fatto spogliare la moglie, di dieci anni più giovane di lui, le aveva legato mani e piedi, l’aveva immobilizzata al letto, poi l’aveva fatta sdraiare e aveva iniziato la sua folle violenza: forti percosse sulla schiena e sugli arti con una scopa, gravissime ustioni alle gambe e ai glutei con una lama arroventata e altre incibili violenze attuate con un bastone di legno lungo 30 centimetri.

Era andato avanti per tutta la notte – Era durata tutta la notte la tortura della povera ragazza, avvenuta tra il 18 e il 19 marzo 2010. Era stato subito denunciato, e ora l’uomo è stato rinivato a giudizio con l’accusa di gravi lesioni personali e sequestro di persona, secondo quando disposto dal gip di Udine Roberto Venditti.