Home Notizie di Calcio e Calciatori Pagelle Palermo-Fiorentina: Ilicic sontuoso, Lazzari fantasma

Pagelle Palermo-Fiorentina: Ilicic sontuoso, Lazzari fantasma

Pagelle Palermo-Fiorentina – Il Palermo centra il sesto successo consecutivo. La squadra rosanero si impone sulla Fiorentina per 2-0 e vola al quinto posto in classifica. La gara del Barbera si decide con un gol per tempo. Al 22′ il vantaggio con Miccoli, ben lanciato da Ilicic; al 73′ il raddoppio dello stesso Ilicic, bravo a superare Boruc con una splendida punizione dal limite. A fine match Devis Mangia è soddisfatto: “Sono contento per questa vittoria, i ragazzi sono stati molto bravi. Dedichiamo la vittoria al presidente Zamparini, lui teneva a vincere questa partita e noi ci siamo riusciti. Dobbiamo continuare a lavorare come stiamo facendo, ora ci attende la trasferta di Parma che sarà molto difficile. Tzorvas in panchina? E’ stata solo una scelta tecnica, Benussi ha fatto molto bene“. Deluso Delio Rossi, nonostante la splendida accoglienza dei suoi ex tifosi: “Bisogna lavorare, è l’unica strada che conosco. Oggi dal punto di vista del gioco meritavamo qualcosa in più, ma dobbiamo migliorare. Rigore non dato? Diciamo che non siamo stati fortunati, ma sono arrivato da dieci giorni e l’ultima cosa che voglio fare è costruire alibi. L’ovazione al momento dell’ingresso mi ha fatto piacere, ho speso tanto per loro e ho avuto il giusto tributo“.

PalermoIlicic 7,5: Partita di grandissimo livello. A metà primo tempo inventa lo splendido pallone verticale che manda in gol Miccoli. Nella ripresa va a guadagnarsi una punizione dal limite che poi trasforma con un perfetto sinistro a giro. Nel mezzo, tante giocate di assoluta qualità. Da quando non c’è più Pastore è il vero leader della squadra rosanero. Silvestre 7, Benussi 6,5, Migliaccio 6,5, Bacinovic 6,5, Miccoli 6,5, Pisano 6, Mantovani 6, Barreto 6, Pinilla 6, Lores Varela 6, Acquah 5,5, Bertolo s.v., Zahavi 5,5: Dei tre attaccanti del Palermo è quello che parte da destra, con licenza di accentrarsi e colpire. La sua gara, però, è del tutto anonima, soprattutto nella prima frazione. Va leggermente meglio nella seconda parte, quando viene spostato a sinistra. Troppo poco, comunque, e Mangia lo cambia con Pinilla (All. Mangia 6,5).

FiorentinaBehrami 6,5: In una squadra molle e poco reattiva, è l’unico che sembra metterci sempre l’anima. Non è sempre preciso in fase d’appoggio, ma recupera una gran quantità di palloni in mezzo al campo. E, soprattutto, è l’ultimo ad arrendersi. Dal punto di vista dell’impegno e della determinazione, un esempio per i compagni. Gamberini 6, De Silvestri 6, Pasqual 6, Montolivo 6, Boruc 5,5, Vargas 5,5, Cerci 5,5, Gilardino 5,5, Natali 5, S. Silva 5, Nastasic s.v., Ljajic s.v., Lazzari 5: Piazzato sulla trequarti, avrebbe il compito di fare da raccordo tra il centrocampo e le due punte. Avrebbe, appunto: al di là di qualche sporadica giocata, il centrocampista ex Cagliari non si vede mai. Negli ultimi 20′ Delio Rossi lo sostituisce con Ljajic, ma ormai è troppo tardi (All. D. Rossi 5).

Pier Francesco Caracciolo