Roma, Osvaldo sferra un pugno a Lamela: pronta la sospensione

Roma, Osvaldo – Il clima in casa Roma sembra essere più teso di quanto sembri. Dopo le lamentele dei tifosi insoddisfatti del primo scorcio di stagione, arrivano anche i battibecchi all’interno dello spogliatoio che non possono far altro che peggiorare la situazione già abbastanza caotica. Dopo la sconfitta contro l’Udinese per 2-0 infatti, Lamela e Osvaldo sono stati protagonisti di un’accesa discussione, con l’italo-argentino che ha colpito con un pugno in pieno volto l’ex trequartista del River Plate. Il tutto è nato da un richiamo della punta giallorossa che aveva accusato il compagno di squadra di poco impegno, situazione che poi è sfuggita di mano come raccontano i fatti. Per Osvaldo, si prospetta ora una probabile sospensione di 10 giorni nonostante le scuse arrivate il mattino dopo.

Baldini furioso – A parlare dell’accaduto è Franco Baldini, dirigente dei giallorossi che ha confermato ai microfoni di Roma Channel la probabile punizione per l’oriundo: “Osvaldo ha mancato di rispetto il suo compagno di squadra con quel suo gesto. L’allenatore ha deciso di sanzionarlo e noi seguiremo questa linea. Questo però è un episodio isolato, non è vero che esistono fratture nello spogliatoio con i senatori e i giovani divisi su due schieramenti“. Sembra infatti che lo stesso Luis Enrique abbia deciso di escludere l’attaccante dalla trasferta di Firenze. Intanto, gli animi sembrano placati dopo le scuse dell’ex Espanyol. Lo stesso Lamela infatti, ha chiesto alla società giallorossa di sorvolare sull’episodio che l’ha visto subire l’attimo di follia del compagno di squadra. Gesto che però non è servito a convincere i dirigenti giallorossi.

Giuseppe Carotenuto