Serie A, Cesena-Genoa 2-0: fa tutto Mutu, Malesani in bilico

Cesena-Genoa 2-0 – Toh, chi si rivede: Adrian Mutu si sveglia dal letargo e con una doppietta di classe stende il Genoa. Il Cesena vince 2-0 e porta a casa la seconda vittoria consecutiva: Arrigoni ha dato il cambio di marcia tanto atteso. Quel cambio di marcia che anche Preziosi chiede a Malesani: il tecnico rossoblu è in discussione: la sfida di venerdì prossimo contro il Milan sarà decisiva per le sorti dell’allenatore ex Bologna e Parma. Ieri i rossoblu non hanno giocato male ma hanno mostrato poco carattere. Mutu, invece, ha guidato un Cesena più voglioso e più determinato: il risultato parla chiaro.

Poche emozioni – Il Genoa si presenta con un’inedita difesa a 3: ne guadagna in termini numerici in mediana ma le fasce sono scoperte, con Rossi e Mesto che hanno il loro bel da farsi contro Comotto e Ceccarelli da un lato e Rossi e Martinho dall’altro. Ma le emozioni latitano: Frey deve impegnarsi per deviare una conclusione di Martinho; Antonioli è chiamato in causa due volte: la prima vvolta è bravo ad uscire e fermare Palacio; la seconda risponde in maniera strepitosa un tiro da fuori di Merkel diretto all’incrocio. Le emozioni della prima frazione si fermano qui.

Doppietta d’autore – Nella ripresa sparisce il Genoa o, almeno, la voglia di vincere dei rossoblu: il Cesena ha più grinta e lo dimostra con Mutu e Malonga, fermati da un Frey sempre attento. I liguri si fanno vivi con Rossi che serve Mesto, anticipato sul più bello da Comotto. Entra Bogdani nelle fila dei romagnoli ed è proprio il centravanti albanese a guadagnarsi al minuto 70 un calcio di rigore: Mutu si presenta sul dischetto e con un tocco sotto beffa Frey: è l’1-0. Il Genoa si riversa in avanti e prova una reazione che arriva ma è troppo sterile. Mutu, allora, chiude la partita all’80’: destro a giro di precisione chirurgica, Frey è battuto e il “Manuzzi” è in festa. Il Cesena vince 2-0 e continua la corsa verso la salvezza.

Edoardo Cozza