Home Notizie di Calcio e Calciatori

Serie A, Palermo-Fiorentina 2-0: Miccoli e Ilicic affondano i viola

0
CONDIVIDI

Palermo-Fiorentina 2-0 – Sei su sei. E quinto posto solitario in classifica. Il Palermo di Devis Mangia si impone per 2-0 sulla Fiorentina e continua nel suo incredibile ruolino di marcia al Barbera: con quelli di ieri, la squadra rosanero ha conquistato tra le mura amiche tutti i 18 punti disponibili (sui 19 totali in graduatoria). Un gol per tempo e la squadra gigliata è al tappeto. A metà primo tempo apre le marcature Miccoli (che poi si fa male prima dell’intervallo, ancora un problema muscolare per lui). Al 73′ raddoppia Ilicic, che mette il sigillo ad una grande prestazione con una bellissima punizione a giro dal limite. Per Delio Rossi il ricordo migliore della giornata palermitana rimarrà l’applauso della sua ex tifoseria al momento dell’ingresso in campo. La sua Fiorentina continua a fare troppa fatica, ed ora la classifica inizia a farsi preoccupante: la compagine viola è quintultima, appena tre punti sopra la zona retrocessione.

Negato un rigore alla Fiorentina – Mangia manda in campo l’attacco mignon, con Miccoli accompagnato da Ilicic e Zahavi. Nella Fiorentina Gilardino è il terminale offensivo, Cerci la seconda punta con Lazzari agisce sulla trequarti. Fin dai primi minuti la gara regala spettacolo. Cerci ci prova in diagonale da fuori, palla a lato non di molto. Al 7′ i viola vanno vicinissimi al gol con Natali, che incorna bene un corner ma trova Benussi pronto alla respinta. La risposta del Palermo non si fa attendere: Ilicic, bene servito da Barreto, supera anche Boruc, ma il suo sinistro da posizione defilata attraversa tutto lo specchio della porta per poi terminare sul fondo. E’ il preludio al gol, che arriva al 22′: gran palla verticale di Ilicic, Miccoli si invola verso Boruc e lo supera con un sinistro sul primo palo. Subìto il gol, la squadra dell’ex Delio Rossi prova a reagire ma non va oltre una conclusione a lato di Vargas. Anzi, sono ancora i padroni di casa a sfiorare il gol con Zahavi: botta di sinistro da buona posizione, blocca Boruc. Al 33′ la Fiorentina reclama a gran voce un rigore: Gilardino si libera bene di Silvestre, l’argentino tocca il pallone con un braccio ma Russo non concede un penalty solare. Nel finale Miccoli esce per un problema muscolare: al suo posto dentro Varela. L’ultima occasione del primo tempo è per Vargas, che ci prova su punizione ma trova Benussi pronto alla parata.

Traversa di Natali – La ripresa si apre con una Fiorentina più intraprendente. I viola attaccano con maggior convinzione, ma il Palermo non sta certo a guardare. Zahavi ci prova con un destro da fuori, Boruc blocca senza problemi. Poi è Montolivo ad andare due volte vicino alla rete del pareggio. La prima poco dopo il quarto d’ora, quando costringe Benussi alla super parata con un gran destro dai 25 metri. La seconda due minuti dopo, stavolta di sinistro: missile dal limite, palla fuori di un metro. Il momento decisivo dell’intero incontro arriva tra il 70′ e il 73′. Cerci batte una punizione in mezzo all’area, Natali tocca sottomisura ma centra la traversa. Passano 3′ e attiva il gol del definitivo 2-0: Ilicic si conquista una punizione dai 20 metri, si incarica della battuta e batte Boruc con un perfetto sinistro a giro. Al termine dal match mancano quasi 20′, ma di fatto la gara si chiude qui. La Fiorentina accusa il colpo e non riesce a creare pericoli veri alla porta di Benussi, il Palermo si limita a gestire la gara senza affondare i colpi. Nel finale di gara Natali, già ammonito, si becca il secondo giallo e viene espulso: salterà la delicata sfida con la Roma.

Pier Francesco Caracciolo